False soluzioni dal web per cellulari caduti in acqua

Quante ne abbiamo lette e sentite sui cellulari caduti in acqua e su come riesumarli? Ora che la maggior parte degli utenti è di ritorno dalle vacanze estive si assiste ad un vero e proprio boom di richieste di aiuto per cellulari che sono caduti in acqua (salata per lo più).

Se cerchiamo su Google come riparare un cellulare caduto in acqua  si apre davanti a noi un mondo fatto di consigli, esperimenti e soluzioni fai da te, la maggior parte delle volte alquando discutibili.

cellulare caduto in acqua

False soluzioni e falsi miti dal web per riparare cellulari caduti in acqua

Il riso

La più gettonata è quella del riso: si consiglia di coprire il cellulare bagnato di riso, così che questo lo asciughi come per miracolo.
Ora, è vero che il riso ha la capacità di attrarre l umidità, e quindi di asciugare, se vogliamo, ma non parliamone come fosse qualcosa di miracoloso!
Che il cellulare venga lasciato nel riso, o che venga lasciato ad asciugare all aria aperta, l acqua all interno evaporerà comunque!
Nulla di miracoloso quindi, semplicemente l acqua evapora con o senza riso.

Il gel di silice

Abbiamo poi quella dellabustina con il gel di silice (per chi non avesse capito è la bustina che si trova in tutti gli apparecchi elettronici o nei jeans); anche questa ha la capacità di assorbire l umidità e mantenere l ambiente asciutto; il consiglio che si dà è quello di procursene più di una e coprirci il cellulare, lasciandolo per almeno 24 ore.

L'alcool

Altra soluzione: l alcool.
L alcool scaccia via l acqua e il dispositivo, almeno apparentemente, appare subito asciutto; questa soluzione la si trova per lo più adatta al cellulare caduto in acqua salata poichè elimina anche il sale e gli elementi salini.

Il forno

Arriviamo poi alla soluzione del forno, ovvero si dovrebbe disporre il cellulare in una teglia da forno ed inserirlo all interno, ad una temperatura massimo di 40/50 gradi, e lasciarlo poi all aria aperta almeno una notte.

Sono davvero valide queste soluzioni? La risposta degli esperti è NO

Potremmo andare avanti all infinito perchè di consigli e di esperimenti ce ne sono davvero tantissimi, ma, vista, professionalmente parlando, l inutilità dal punto di vista tecnico, ci fermiamo qui.
Meglio non cercare soluzioni di questa tipologia che potrebbero rivelarsi dannose o fatali per un cellulare già precario, e lasciare semplicemente che questo si asciughi all aria, evitare di accenderlo per non creare corto circuito interno, e provare, solo dopo che si è certi che sia asciutto (almeno 48 ore), ad accenderlo.


Se si è fortunati il cellulare caduto in acqua ripartirà o almeno vi darà il tempo di fare un backup per mettere al sicuro i vosti dati; nel peggiore dei casi dovrete affidarvi a tecnologie esperte come il data recovery o il chip off e sperare che la memoria possa essere letta!

Approfondimenti:

Ti Potrebbe interessare:

Didattica brain-based: la didattica incontra la tecnologia
Le tecnologie hanno un grande potere sugli utenti, anche i più piccoli. Basti pensare alle App che ogni giorno utilizziamo nella nostra vita, lavorativa e non, a quanto gli smartphone abbiano cambiato il nostro modo di rapportarci con l’esterno, e con noi stessi.

Recuperare dati da hard disk caduto non identificato correttamente
Tutti possiamo sicuramente notare che il nostro hard disk è riconosciuto ed identificato dal nostro sistema operativo con una lettera che si riferisce all’unità disco pendrive o altro di volta in volta collegata.

Recuperare dati da hard disk esterno WD My Passport che lampeggia
Qualsiasi comportamento strano o anomalo sul nostro disco esterno crea dubbi e ansie. I piccoli segnali che il nostro hard disk inizia a dare durante la sua vita, sono in effetti fondamentali per la sicurezza dei nostri dati.

Guida al recupero dati da uno smartphone rotto che non si accende
Una guida al recupero dati da smartphone rotto che non si accende per percorrere insieme gli step tipici degli utenti.

Recuperare dati da hard disk dopo formattazione parziale
Come recuperare dati da hard disk dopo una formattazione parziale, interrotta poco dopo l'avvio. L'hard disk aveva precedenti problemi di riconoscimento da parte del sistema operativo.

Le cause di danneggiamento più comuni

Come avrete modo di leggere meglio, le cause predisponenti che possono innescare una perdita dati e, dunque un recupero dati, possono essere molte: considerando sempre che gli hard disk sono dispositivi di storage comunque destinati a perire dopo un certo tempo, essi possono rimanere danneggiati soprattutto a causa di urti o errori umani provocando danni fisici o logici Purtroppo, non si può  evitare di recuperare un hard disk, neanche prevedere quando avverrà la rottura ma, si può solo cercare di prevenire una perdita dati.

Danneggiamenti Fisici

Alcuni dei casi tipici di recupero dati da hard disk è il danneggiamento della superficie magnetica o la rottura delle testine, addette alla scrittura e lettura dei dati presenti sui dischi magnetici, entrambi guasti di tipo meccanico/fisico a cui sono soggetti gli hard disk Spesso, questi sono provocati da noi inavvertitamente, compiendo azioni quotidiane a cui non diamo la giusta importanza, come spostare qua e là il nostro PC acceso, non sapendo di arrecare un danno irreparabile ai dischi

Perdita di dati logica

Altre problematiche invece, sono attribuibili a defaillance logiche, di cui sicuramente la più dannosa è per esempio la perdita o la corruzione del file system Quando i nostri tecnici hanno provato a recuperare i dati da hard disk con questo tipo di avaria, si  sono trovati ad affrontare una difficoltà ulteriore come la decifrazione dell'albero delle allocazioni delle cartelle files cioè,  della posizione fisica dei dati sull'hard disk Molto diffusi sono anche le corruzioni del firmware, del software di gestione del sistema embedded, che rendono necessari interventi di recupero dati poichè l'hard disk non funziona

Camera Bianca per hard disk

Per poter effettuare il recupero di un hard disk con un danno fisico sarà necessatio operare all'interno di un laboratorio con atmosfera controllata, in gergo definita camera bianca o clean room, evitando interventi fai-da-te, che non porteranno ad alcun risultato, trasformano invece il guasto che ha colpito l'hard disk in un danno permanente e irrecuperabile

Senza Camera Bianca

La mancanza di un ambiente protetto, espone l'hard disk a contaminazioni da parte di microparticelle volatili che, vanno ad intaccare la superficie magnetica dell'hard disk compromettendo anche successive operazioni di recupero dati Purtroppo, molti pensano che un qualsiasi tecnico può recuperare i dati, non sapendo che sono necessarie specifiche conoscenze di reverse engineering nonché, costosi macchinari sviluppati a tale scopo, a volte di difficle reperimento sul mercato e comunque difficili da utilizzare per un utente comune.

Utilizzo di software per recuperare i dati da un hard disk

L'impiego di risorse tecnologiche e software appositi per recuperare i dati dagli hard disk sono punti imprescindibili sul quale valutare la professionalità di un centro di recupero dati, diffidando da coloro che offrono prezzi troppo economici per non ritrovarsi alla fine con nessun risultato concreto di recupero e senza la garanzia di un comportamento onesto da parte del centro

Se vi trovate nella condizione di dover recuperare i vostri dati è bene essere consapevoli, prima di scegliere a chi affidarsi, del tipo di servizio e lavorazione richiede il recupero dati di un hard disk per poter apprezzare la nostra competenza, potendo contare su un risultato più che soddisfacente, professionale!

data recovery center

Libreria Tecnica hard disk

Prima di iniziare ad eseguire alcuna operazione sul tuo hard disk drive danneggiato ti consigliamo di leggere la guida su come funzionano gli hard disk e come sono progettati.Potresti iniziare studiando le interfacce utilizzate dagli hard disk o sutdiare la struttura degli hard disk.

data recovery center

Hard Disk SSD , la nuova generazione

Gli SSD sono già una realtà e la sfida della tecnoogia flash è stata già vinta dagli SSD, il cui prezzo è alla portata di consumatore, ed ormai equipaggiano naturalmente i notebook di fascia alta come i MacBook o i ThinBook.

data recovery center